Eventi

«Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

L'assemblea provinciale riparte da tre: Vicenza, Forum tematici, Territorio

  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: SELECT data, created, headers, expire FROM cache_filter WHERE cid = '1:0053240cf9796b70d61479e3e4f768cf' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: LOCK TABLES cache_filter WRITE in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: UPDATE cache_filter SET data = '<pre class=\"Apple-style-span\"><span class=\"Apple-style-span\">Sintesi - Reportage <br /></span></pre><pre><span class=\"Apple-style-span\">sabato 17 maggio 2008, Montecchio Maggiore, Assemblea Provinciale del Pd</span><br /></pre><p> </p><p><span><span></span></span></p><p><span><span></span></span></p><p class=\"Apple-style-span\"><span class=\"Apple-style-span\">1) La relazione d’apertur</span>a è della segretaria provinciale, Rosanna Filippin, la quale rivolge alla platea il suo più vivo ringraziamento per la campagna elettorale. Dice di aver trovato ovunque entusiasmo, energia, vitalità…non ha appunti da fare a nessuno.</p><p>Quel che però ha notato nella campagna è, da parte di una gran parte del ‘nostro’ elettorato, un sentimento diffuso di stanchezza e di delusione per l’operato del governo uscente.</p><p>Rosanna Filippin esprime poi tutta la sua felicità per il percorso di Vicenza, individuando nella campagna elettorale (ed anche nelle scelte pre-campagna) cittadina il modello da imitare nei prossimi mesi.</p><p>“Come si ribalta il dato politico alle amministrative?”, questa la domanda da porsi in relazione a Vicenza.</p><p>Le risposte nascono dall’osservazione del percorso:</p> <ul><li class=\"Apple-style-span\"><span>-<span class=\"Apple-tab-span\"> </span>1.coinvolgere forze che erano senza responsabilità di governo, coinvolgimento fatto senza preclusioni ideologiche, ma solo sulla volontà concreta di impegnarsi per la città;</span></li> <li>-<span class=\"Apple-tab-span\"> </span>2.ascoltare…nessuno si è presentato con la ricetta pronta, ma si è chiesto alla città di esprimere ciò che voleva;</li> <li>-<span class=\"Apple-tab-span\"> </span>3.momento dell’elaborazione programmatica, vissuto nel senso di ‘stringere un patto per la città’ e nell’individuazione delle primarie come metodo di scelta del candidato sindaco;</li> <li>-<span class=\"Apple-tab-span\"> </span>4.campagna elettorale vecchio stile, porta a porta, condominio per condominio (a differenza di una rivale percepita come assente dalla cittadinanza)</li> </ul> <p> </p> <p>La segretaria ha poi tracciato 3 linee direttive per il prossimo futuro:</p> <p>1. <span class=\"Apple-tab-span\"> </span>radicamento nel territorio: potenziamento, diffusione, partecipazione dei circoli comunali, che devono assumere il ruolo fondamentale di indagine: capire e studiare i problemi della popolazione per poi poter dare risposte concrete;</p> <p>2. <span class=\"Apple-tab-span\"> </span>organizzazione Pd: rinnovare lo sforzo, a partire dalla segreteria stessa per delineare una nuova struttura del partito, una riorganizzazione territoriale del Pd;</p> <p>3. <span class=\"Apple-tab-span\"> </span>politca: ricominciare a far politica: conoscere, capire, individuare il problema, dare la soluzione.</p> <p> </p> <p>Si chiude così l’intervento della segretaria provinciale.</p> <p> </p> <p> </p><p><span>2) Berlato Sella</span> ha il ruolo di condurre il dibattito, e sfruttando il suo momento coglie l’occasione per lanciare uno slogan: “passare dal manifatturiero alla ingegnerizzazione del prodotto”, il che significa potenziare il lavoro di formazione all’interno del partito, e ripensare in modo scentifico il metodo di analisi e progettazione dei contenuti , riuscire a darsi un\'organizzazione precisa e funzionale nel territorio.</p> <p>Anche a questo proposito fa notare come sia in partenza la fase dei ‘forum tematici’. Viene distribuita ai presenti una scheda dove ci sono già una decina di proposte di forum, e vengono chieste due cose:</p> <ul> <li>-<span class=\"Apple-tab-span\"> </span>quali forum tematici dovrebbero partire immediatamente?</li> <li>-<span class=\"Apple-tab-span\"> </span>a quale forum sei intenzionato a dare la tua disponibilità?</li> </ul> <p>A fine riunione le schede son poi state raccolte dalla segreteria provinciale, ed entro breve dovrebbero essere analizzati i dati e inviate via mail le proposte concrete e le informazioni relative ai forum selezionati (ogni scheda chiedeva al compilante i dati personali, il recapito telefonico e l’indirizzo mail).</p> <p> </p> <p> </p><p>3) Precede il dibattito un’interessantissimo <b>studio sui dati elettorali eseguito da Demos</b> e presentato in sala da <span>Fabio Bordignon</span>.</p><p>Si veda in allegato il riassunto dei dati più stimolanti. </p><p>Chi, invece, fosse interessato a visionare per intero molti di tali dati si segnala la pagina internet: <span><a href=\"http://www.demosonline.it/cartografia_2008_01.php\" rel=\"nofollow\">http://www.demosonline.it/cartografia_2008_01.php </a><span class=\"Apple-style-span\">(scorrendo la pagina si trovano le slide proiettate a Montecchio Maggiore)</span></span></p> <p> </p> <p> </p> <p> </p> <p> 4) Al termine della presentazione dei dati elettorali, <b>inizia il dibattito</b>.</p> <p>Chiunque può prendere la parola, basta un\'iscrizione al tavolo dei relatori.</p> <p>Tempo di esposizione varia dai 3 ai 5 minuti a testa per ovvie ragioni.</p> <p> Riporto qui alcuni degli interventi (l\'intervento integrale di Claudio Rizzato è disponibile in allegato):</p> <p> </p><ul><li> Forte importanza viene data ai forum tematici ed alla scuola di formazione politica ed amministrativa (“bisogna avere delle conoscenze, acquisire delle competenze”);</li><li>Viene presentata istanza di valorizzare la forza dei circoli comunali e delle bandiere del partito come segnale di visibilità;<span></span></li><li>Come bisogna intendere la vocazione maggioritaria del Pd? a. <span class=\"Apple-style-span\">come volontà di proseguire da soli; b. oppure come possibilità di dialogare con tutti?</span></li></ul><ul><li>Bisogna invogliare i giovani...ma come? quali interventi, quali attività per lo scopo?</li><li>Proseguire il lavoro di radicamento come “ognuno fa da sè”, oppure è più conveniente mettere in rete le conoscenze, le abilità, le esperienze? Si vorrebbe mettere in evidenza la necessità di un confronto continuo tra le politiche dei vari Comuni; c\'è la necessità però che vi sia una diffusione di un livello organizzativo, di un assetto territoriale della e nella provincia.</li></ul><p> </p> <p> <span class=\"Apple-style-span\">5) Intervengon</span>o alla riunione anche i <span class=\"Apple-style-span\">due neoeletti deputati vicentini del Pd</span>: Calearo e Sbrollini.</p><p><span>-Massimo Calear</span><span>o</span> riporta una frase di Franceschini: “deve vincere la meritocrazia”, chiaro è che i primi esempi non sono piaciuti a nessuno (e l\'assemblea chiede agli onorevoli di portar forte a Roma la voce della contrarietà alla \'politica dei caminetti\').</p> <p>Calearo ripete che la sua idea è quella di un partito che deve stare nel territorio, un partito della gente, e ribadisce che “è un bene che ci sia gente nuova, anche quella che prima non aveva votato il centrosinistra”. </p> <p>Informa la sala che è partita l\'idea di un coordinamento veneto dei deputati e senatori, un coordinamento che nasca per “fare sistema”, e che probabilmente sarà lui a dirigerlo...con la volontà di portarlo a Vicenza.</p> <p>Calearo insiste che “si parte dalla base, non dal caminetto”.</p> <p> </p> <p><span>-Daniela Sbrollini</span> esordisce con l\'incitamento a che si ricominci a “parlare di ascolto”.</p> <p>Il precedente governo aveva perso 6 mesi a parlare di DICO, ma non aveva concluso nulla..e sui salari bassi non si era investito altrettanto. Meglio allora ripartire dalle “questioni forti”.</p> <p>Il Pd deve riuscire a riprendere credibilità, che va di pari passo con la coerenza.</p> <p>“C\'è bisogno di umiltà, e di attaccamento col territorio, per questo abbiamo deciso che passeremo 3 giorni della settimana a Roma, e gli altri 3 in Provincia (Lunedì, Venerdì e Sabato) a disposizione dei circoli della Provincia. Appena ci sarà la nuova sede provinciale apriremo gli uffici parlamentari tutti i giorni”.</p> <p> </p> <p>I due finiscono poi con l\'indicare le probabili commissioni parlamentari alle quali saranno assegnati:</p> <p>Calearo alle attività produttive;</p> <p>Sbrollini agli affari sociali.</p> <p> </p> <p> </p> <p>Scritto senza nessuna pretesa di completezza e senza alcuna velleità letteraria.</p> <p>Alessandro Battistello (presente come vicecoordinatore del circolo di Breganze)</p><p> </p><p> </p><p>p.s. se vi può interessare, alla pagina <span class=\"Apple-style-span\"><span class=\"Apple-style-span\"><a href=\"http://www.pdbassano.fdns.net/podcast/\" rel=\"nofollow\">http://www.pdbassano.fdns.net/podcast/ </a>potete trovare i file audio degli interventi di Calearo, Sbrollini e la conclusione di Rosanna Filippin (i file si possono ascoltare direttamente oppure scaricare. Ringraziamo per la bella iniziativa i curatori del sito Pd di Bassano)</span><span class=\"Apple-style-span\"> </span></span></p> <p> </p> <p> </p> <p> </p><div><span class=\"webkit-block-placeholder\"><br /></span></div>', created = 1513136391, expire = 1513222791, headers = '' WHERE cid = '1:0053240cf9796b70d61479e3e4f768cf' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: SELECT data, created, headers, expire FROM cache_filter WHERE cid = '1:3592f1c85bd6e475b235914bebe17354' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: LOCK TABLES cache_filter WRITE in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: UPDATE cache_filter SET data = '<center><a href=\"http://www.partitodemocratico.it\" target=\"_blank\" rel=\"nofollow\"><img src=\"http://www.iodemocratico.it/files/images/NewBanner_PD.png\"></a></center>', created = 1513136391, expire = 1513222791, headers = '' WHERE cid = '1:3592f1c85bd6e475b235914bebe17354' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: SELECT data, created, headers, expire FROM cache_filter WHERE cid = '1:13384b421a9be54542c973172c0b25ab' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: LOCK TABLES cache_filter WRITE in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: UPDATE cache_filter SET data = '<center><a href=\"http://www.youdem.tv\" target=\"_blank\" rel=\"nofollow\"><img src=\"http://www.iodemocratico.it/files/images/NewBanner_YDtv.png\"></a></center>', created = 1513136391, expire = 1513222791, headers = '' WHERE cid = '1:13384b421a9be54542c973172c0b25ab' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
( parole chiave: )
Sintesi - Reportage 
sabato 17 maggio 2008, Montecchio Maggiore, Assemblea Provinciale del Pd

 

1) La relazione d’apertura è della segretaria provinciale, Rosanna Filippin, la quale rivolge alla platea il suo più vivo ringraziamento per la campagna elettorale. Dice di aver trovato ovunque entusiasmo, energia, vitalità…non ha appunti da fare a nessuno.

Quel che però ha notato nella campagna è, da parte di una gran parte del ‘nostro’ elettorato, un sentimento diffuso di stanchezza e di delusione per l’operato del governo uscente.

Rosanna Filippin esprime poi tutta la sua felicità per il percorso di Vicenza, individuando nella campagna elettorale (ed anche nelle scelte pre-campagna) cittadina il modello da imitare nei prossimi mesi.

“Come si ribalta il dato politico alle amministrative?”, questa la domanda da porsi in relazione a Vicenza.

Le risposte nascono dall’osservazione del percorso:

  • - 1.coinvolgere forze che erano senza responsabilità di governo, coinvolgimento fatto senza preclusioni ideologiche, ma solo sulla volontà concreta di impegnarsi per la città;
  • - 2.ascoltare…nessuno si è presentato con la ricetta pronta, ma si è chiesto alla città di esprimere ciò che voleva;
  • - 3.momento dell’elaborazione programmatica, vissuto nel senso di ‘stringere un patto per la città’ e nell’individuazione delle primarie come metodo di scelta del candidato sindaco;
  • - 4.campagna elettorale vecchio stile, porta a porta, condominio per condominio (a differenza di una rivale percepita come assente dalla cittadinanza)

 

La segretaria ha poi tracciato 3 linee direttive per il prossimo futuro:

1. radicamento nel territorio: potenziamento, diffusione, partecipazione dei circoli comunali, che devono assumere il ruolo fondamentale di indagine: capire e studiare i problemi della popolazione per poi poter dare risposte concrete;

2. organizzazione Pd: rinnovare lo sforzo, a partire dalla segreteria stessa per delineare una nuova struttura del partito, una riorganizzazione territoriale del Pd;

3. politca: ricominciare a far politica: conoscere, capire, individuare il problema, dare la soluzione.

 

Si chiude così l’intervento della segretaria provinciale.

 

 

2) Berlato Sella ha il ruolo di condurre il dibattito, e sfruttando il suo momento coglie l’occasione per lanciare uno slogan: “passare dal manifatturiero alla ingegnerizzazione del prodotto”, il che significa potenziare il lavoro di formazione all’interno del partito, e ripensare in modo scentifico il metodo di analisi e progettazione dei contenuti , riuscire a darsi un'organizzazione precisa e funzionale nel territorio.

Anche a questo proposito fa notare come sia in partenza la fase dei ‘forum tematici’. Viene distribuita ai presenti una scheda dove ci sono già una decina di proposte di forum, e vengono chieste due cose:

  • - quali forum tematici dovrebbero partire immediatamente?
  • - a quale forum sei intenzionato a dare la tua disponibilità?

A fine riunione le schede son poi state raccolte dalla segreteria provinciale, ed entro breve dovrebbero essere analizzati i dati e inviate via mail le proposte concrete e le informazioni relative ai forum selezionati (ogni scheda chiedeva al compilante i dati personali, il recapito telefonico e l’indirizzo mail).

 

 

3) Precede il dibattito un’interessantissimo studio sui dati elettorali eseguito da Demos e presentato in sala da Fabio Bordignon.

Si veda in allegato il riassunto dei dati più stimolanti.

Chi, invece, fosse interessato a visionare per intero molti di tali dati si segnala la pagina internet: http://www.demosonline.it/cartografia_2008_01.php (scorrendo la pagina si trovano le slide proiettate a Montecchio Maggiore)

 

 

 

4) Al termine della presentazione dei dati elettorali, inizia il dibattito.

Chiunque può prendere la parola, basta un'iscrizione al tavolo dei relatori.

Tempo di esposizione varia dai 3 ai 5 minuti a testa per ovvie ragioni.

Riporto qui alcuni degli interventi (l'intervento integrale di Claudio Rizzato è disponibile in allegato):

 

  • Forte importanza viene data ai forum tematici ed alla scuola di formazione politica ed amministrativa (“bisogna avere delle conoscenze, acquisire delle competenze”);
  • Viene presentata istanza di valorizzare la forza dei circoli comunali e delle bandiere del partito come segnale di visibilità;
  • Come bisogna intendere la vocazione maggioritaria del Pd? a. come volontà di proseguire da soli; b. oppure come possibilità di dialogare con tutti?
  • Bisogna invogliare i giovani...ma come? quali interventi, quali attività per lo scopo?
  • Proseguire il lavoro di radicamento come “ognuno fa da sè”, oppure è più conveniente mettere in rete le conoscenze, le abilità, le esperienze? Si vorrebbe mettere in evidenza la necessità di un confronto continuo tra le politiche dei vari Comuni; c'è la necessità però che vi sia una diffusione di un livello organizzativo, di un assetto territoriale della e nella provincia.

 

5) Intervengono alla riunione anche i due neoeletti deputati vicentini del Pd: Calearo e Sbrollini.

-Massimo Calearo riporta una frase di Franceschini: “deve vincere la meritocrazia”, chiaro è che i primi esempi non sono piaciuti a nessuno (e l'assemblea chiede agli onorevoli di portar forte a Roma la voce della contrarietà alla 'politica dei caminetti').

Calearo ripete che la sua idea è quella di un partito che deve stare nel territorio, un partito della gente, e ribadisce che “è un bene che ci sia gente nuova, anche quella che prima non aveva votato il centrosinistra”.

Informa la sala che è partita l'idea di un coordinamento veneto dei deputati e senatori, un coordinamento che nasca per “fare sistema”, e che probabilmente sarà lui a dirigerlo...con la volontà di portarlo a Vicenza.

Calearo insiste che “si parte dalla base, non dal caminetto”.

 

-Daniela Sbrollini esordisce con l'incitamento a che si ricominci a “parlare di ascolto”.

Il precedente governo aveva perso 6 mesi a parlare di DICO, ma non aveva concluso nulla..e sui salari bassi non si era investito altrettanto. Meglio allora ripartire dalle “questioni forti”.

Il Pd deve riuscire a riprendere credibilità, che va di pari passo con la coerenza.

“C'è bisogno di umiltà, e di attaccamento col territorio, per questo abbiamo deciso che passeremo 3 giorni della settimana a Roma, e gli altri 3 in Provincia (Lunedì, Venerdì e Sabato) a disposizione dei circoli della Provincia. Appena ci sarà la nuova sede provinciale apriremo gli uffici parlamentari tutti i giorni”.

 

I due finiscono poi con l'indicare le probabili commissioni parlamentari alle quali saranno assegnati:

Calearo alle attività produttive;

Sbrollini agli affari sociali.

 

 

Scritto senza nessuna pretesa di completezza e senza alcuna velleità letteraria.

Alessandro Battistello (presente come vicecoordinatore del circolo di Breganze)

 

 

p.s. se vi può interessare, alla pagina http://www.pdbassano.fdns.net/podcast/ potete trovare i file audio degli interventi di Calearo, Sbrollini e la conclusione di Rosanna Filippin (i file si possono ascoltare direttamente oppure scaricare. Ringraziamo per la bella iniziativa i curatori del sito Pd di Bassano)

 

 

 



Filename/TitleDimensione
Intervento di Rizzato.pdf61.15 KB
Ass_Provinciale_17maggio08.pdf108.03 KB