Eventi

«Maggio 2018
LunMarMerGioVenSabDom
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

a Thiene «Forse è finito il folklore»

( parole chiave: )

La situazione delle casse comunali è critica, ma per le minoranze è ingiustificato l’allarmismo e la corsa a tagliare di qua e di là in cui si è impegnata la giunta leghista nei giorni in cui sta predisponendo il bilancio per il 2009. Il timore dell’opposizione è che tagli e investimenti siano improvvisati.

 
«L’allarmismo di questi giorni non è giustificato, pur riconoscendo una situazione di partenza difficile -  afferma il consigliere del PD Andrea Zorzan - ma i palliativi non risolvono il problema; non è il blocco degli straordinari a mettere a posto la situazione. C’è bisogno di coraggio anche per fare scelte impopolari, di avere l’umiltà di “rivedere il tiro” su certe decisioni. L’amministrazione ha destinato una montagna di soldi per iniziative pubblicitarie; forse è il caso di ripensarle. Aspettiamo un confronto serio e costruttivo».
 
 
 
 
 
 Duri i commenti anche dal resto dell'opposizione.
«Sarà nei prossimi giorni che avremo modo di analizzare a fondo il bilancio ma già ho delle riserve sulle opere pubbliche in programma - dichiara il consigliere Camillo Cimenti dell’Udc -. Questo è un momento importante e si deve fare un ragionamento globale per i prossimi due, tre anni così da non sprecare nessuna risorsa. Faccio un esempio; già si sa che l’ospedale si trasferisce e la sede Ulss si libera. Cosa ne facciamo? C’è un programma già delineato? Capisco la necessità di un bilancio stretto, ma se hanno lasciato quegli eventi che appagano la pancia e non il cervello non sono d’accordo. Le manifestazioni bisognerà selezionarle; ora è il momento in cui si vede se abbiamo a che fare con una classe politica o una classe folkloristica».
Su una maggiore attenzione agli “sprechi” fa riferimento anche Forza Italia, coalizione al governo fino a due anni fa e che assicura di aver lasciato un bilancio sano ed equilibrato.
«Non mi sembra che altri comuni delle stesse dimensioni o importanza di Thiene stiano denunciando una situazione così critica - precisa Alberto Samperi-. Credo che in questo anno e mezzo siano stati buttati via un sacco di soldi; per questo adesso siamo in questa situazione così critica. Avevamo lasciato una eredità buona, ci voleva la capacità di gestirla al meglio. Non è certo il momento di sprecare, e gli sprechi a nostro avviso ci sono stati; basti pensare alle spese promozionali per l’immagine di Thiene ed il servizio di Urban Center. E non è che si risparmia perchè si tolgono gli alberi di Natale dalle piazze. Si è in questa situazione perchè non si sono sapute amministrare bene le risorse che si avevano».

Andrea Zorzan ed il resto delle minoranze chiedono dunque un confronto con l'amministrazione leghista di Maria Vita Busetti, confronto che sarà inizialmente all’interno delle varie commissioni consigliari preposte e poi in consiglio. «Ma per ora è arrivata una sola convocazione per la commissione bilancio, quando gli altri anni erano due gli incontri - precisa il consigliere indipendente Angelo Rossi -. Questo non mi sembra corretto; sono perplesso sul fatto che non avremo il tempo di valutare bene un bilancio così critico. In questo modo si sottovaluta, ancora una volta, l’apporto delle minoranze».
 
 
fonte: GdV, domenica 18 gennaio, Provincia, pag.22 - articolo originale a cura di Marita Dalla Via