Eventi

«Dicembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

La sanità tra tagli e nuove sfide

  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: SELECT data, created, headers, expire FROM cache_filter WHERE cid = '1:f0004a6f2cebfabec438b4ee8a34336b' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: LOCK TABLES cache_filter WRITE in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: UPDATE cache_filter SET data = '<div align=\"justify\"><img src=\"/files/uimgs/conferenza-zugliano-sanita.jpg\" height=\"352\" align=\"left\" width=\"441\" />Il sistema sanitario italiano è ancora quello che offre a tutti un\'uguale assistenza senza distinzioni di ceto e di provenienza; un welfare che abbiamo conquistato come diritto universale. Ma la gestione della spesa sanitaria che muove miliardi di euro non è stata sempre corretta e trasparente. Con la riforma costituzionale del 1997, la voce della Salute Pubblica è passata sotto il controllo delle Regioni: alcune hanno speso bene le loro risorse, altre sono state un fallimento con danni gravi per la vita dei cittadini. Gli sperperi sono innumerevoli e per chi gestisce la spesa sanitaria è un bel bottino usato per spartizioni clientelari. Gli scandali in questo settore nevralgico per il benessere degli italiani non sono mancati. Le privatizzazioni lombarde, i bilanci in passivo del Lazio e della Campania, la malasanità che impereversa sono temi che tutti conosciamo attraverso la cronaca giudiziaria. C\'è molto da fare per recuperare il terreno perduto e in questa stagione di tagli è indispensabile far quadrare i conti per evitare altri guai peggiori. Il circolo PD di Zugliano ha organizzato una conferenza proprio per affrontare questo delicato argomento della Sanità invitando la deputata vicentina Daniela Sbrollini e la capogruppo in Consiglio Veneto Alessandra Moretti.<img src=\"/files/uimgs/conferenza-zugliano-sbrolli.jpg\" height=\"233\" align=\"left\" width=\"225\" /> Sbrollini ha descritto quanto il Governo sta facendo per razionalizzare la spesa sanitaria frammentata appunto dalle autonomie regionali impegnando il Governo ad adottare costi standard . Arriva anche una buona notizia con l’aumento del fondo per il servizio sanitario nazionale di 1 miliardo di euro per il 2016 e di un altro miliardo per il 2017 e per la sicurezza è nato il Centro per la gestione del rischio sanitario e la sicurezza del paziente, che raccoglierà i dati regionali sugli errori sanitari che saranno trasmessi e confrontati con l’Osservatorio nazionale sulla sicurezza nella sanità. E il Governo si è preso l\'impegno anche sul versante dell\'assistenza notturna fornendo con gli studi medici aggregati il servizio nelle 24 ore. Un risultato importante anche per evitare gli intasamenti nei Pronto Soccorso degli ospedali quando le patologie non sono gravi. <img src=\"/files/uimgs/conferenza-zugliano-moretti.jpg\" height=\"251\" align=\"left\" width=\"204\" />Tornando alle Regioni Alessandra Moretti ha fatto il punto sul disegno del governatore Zaia che intende accorpare tutte le Ulss in una unica AZIENDA con sede a Venezia. Pur convinta di dover ridurre le aziende sanitarie provinciali accorpandole in un\'unica sede amministrativa e gestionale, la capogruppo PD critica la scelta che sta attuando Zaia in quanto si sta perdendo per strada una gamba essenziale della Salute Pubblica, quella sociale. Il rischio è quello che i Comuni saranno costretti a sostenere direttamente la spesa per il sostegno della disabilità fisica e psichitica e le politiche per la prevenzione come quella del gioco compulsivo o per il recupero della tossicodipendenza. Proprio per queste problematiche il PD ha chiesto di ritirare ancora il disegno legislativo regionale che secondo le intenzioni di Zaia dovrebbe essere approvato entro giugno.<br /></div>', created = 1513122703, expire = 1513209103, headers = '' WHERE cid = '1:f0004a6f2cebfabec438b4ee8a34336b' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: SELECT data, created, headers, expire FROM cache_filter WHERE cid = '1:3592f1c85bd6e475b235914bebe17354' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: LOCK TABLES cache_filter WRITE in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: UPDATE cache_filter SET data = '<center><a href=\"http://www.partitodemocratico.it\" target=\"_blank\" rel=\"nofollow\"><img src=\"http://www.iodemocratico.it/files/images/NewBanner_PD.png\"></a></center>', created = 1513122703, expire = 1513209103, headers = '' WHERE cid = '1:3592f1c85bd6e475b235914bebe17354' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: SELECT data, created, headers, expire FROM cache_filter WHERE cid = '1:13384b421a9be54542c973172c0b25ab' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: LOCK TABLES cache_filter WRITE in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
  • user warning: Table './iodemocratico/cache_filter' is marked as crashed and last (automatic?) repair failed query: UPDATE cache_filter SET data = '<center><a href=\"http://www.youdem.tv\" target=\"_blank\" rel=\"nofollow\"><img src=\"http://www.iodemocratico.it/files/images/NewBanner_YDtv.png\"></a></center>', created = 1513122703, expire = 1513209103, headers = '' WHERE cid = '1:13384b421a9be54542c973172c0b25ab' in /var/www/iodemocratico.it/www/includes/database.mysql.inc on line 172.
( parole chiave: )
01/05/2016 - 22:27
Il sistema sanitario italiano è ancora quello che offre a tutti un'uguale assistenza senza distinzioni di ceto e di provenienza; un welfare che abbiamo conquistato come diritto universale. Ma la gestione della spesa sanitaria che muove miliardi di euro non è stata sempre corretta e trasparente. Con la riforma costituzionale del 1997, la voce della Salute Pubblica è passata sotto il controllo delle Regioni: alcune hanno speso bene le loro risorse, altre sono state un fallimento con danni gravi per la vita dei cittadini. Gli sperperi sono innumerevoli e per chi gestisce la spesa sanitaria è un bel bottino usato per spartizioni clientelari. Gli scandali in questo settore nevralgico per il benessere degli italiani non sono mancati. Le privatizzazioni lombarde, i bilanci in passivo del Lazio e della Campania, la malasanità che impereversa sono temi che tutti conosciamo attraverso la cronaca giudiziaria. C'è molto da fare per recuperare il terreno perduto e in questa stagione di tagli è indispensabile far quadrare i conti per evitare altri guai peggiori. Il circolo PD di Zugliano ha organizzato una conferenza proprio per affrontare questo delicato argomento della Sanità invitando la deputata vicentina Daniela Sbrollini e la capogruppo in Consiglio Veneto Alessandra Moretti. Sbrollini ha descritto quanto il Governo sta facendo per razionalizzare la spesa sanitaria frammentata appunto dalle autonomie regionali impegnando il Governo ad adottare costi standard . Arriva anche una buona notizia con l’aumento del fondo per il servizio sanitario nazionale di 1 miliardo di euro per il 2016 e di un altro miliardo per il 2017 e per la sicurezza è nato il Centro per la gestione del rischio sanitario e la sicurezza del paziente, che raccoglierà i dati regionali sugli errori sanitari che saranno trasmessi e confrontati con l’Osservatorio nazionale sulla sicurezza nella sanità. E il Governo si è preso l'impegno anche sul versante dell'assistenza notturna fornendo con gli studi medici aggregati il servizio nelle 24 ore. Un risultato importante anche per evitare gli intasamenti nei Pronto Soccorso degli ospedali quando le patologie non sono gravi. Tornando alle Regioni Alessandra Moretti ha fatto il punto sul disegno del governatore Zaia che intende accorpare tutte le Ulss in una unica AZIENDA con sede a Venezia. Pur convinta di dover ridurre le aziende sanitarie provinciali accorpandole in un'unica sede amministrativa e gestionale, la capogruppo PD critica la scelta che sta attuando Zaia in quanto si sta perdendo per strada una gamba essenziale della Salute Pubblica, quella sociale. Il rischio è quello che i Comuni saranno costretti a sostenere direttamente la spesa per il sostegno della disabilità fisica e psichitica e le politiche per la prevenzione come quella del gioco compulsivo o per il recupero della tossicodipendenza. Proprio per queste problematiche il PD ha chiesto di ritirare ancora il disegno legislativo regionale che secondo le intenzioni di Zaia dovrebbe essere approvato entro giugno.