Eventi

«Aprile 2018
LunMarMerGioVenSabDom
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      

23 gennaio 2015

AGENDA DIGITALE, il futuro passa per la rete informatica

( parole chiave: )
18/01/2015 - 21:57
L'italia è in forte ritardo con l'innovazione informatica della Pubblica Amministrazione. Troppi i ritardi sul rinnovo delle tecnologie e delle reti in fibra ottica. Dal 91 al 2007 in Italia abbiamo destinato solo il 17% del Pil a questa voce di spesa, contro il 20-30% del resto d’Europa. Per tradurre le percentuali in numeri secchi, possiamo dire che annualmente investiamo circa 25 miliardi in meno nell’Ict rispetto agli altri”, ha sottolineato Elio Catania, Presidente di Confindustria digitale. Una colpevole mancanza che, secondo Catania, ha frenato lo sviluppo economico del Paese. “Uno dei motivi fondamentali per i quali negli ultimi 15 anni l’Italia non è cresciuta è che non ha abbracciato le nuove tecnologie. Le nazioni che invece hanno destinato risorse maggiori all’Ict sono cresciute di più. Per recuperare il tempo perduto il ministro della PA e Semplificazione, Marianna Madia, nel presentare la riforma della PA ha dichiarato: “Vogliamo mettere in atto una rivoluzione copernicana nella pubblica amministrazione per far sì che sia la Pubblica amministrazione che arriva nella vita dei cittadini. Grazie agli strumenti che offrono le innovazioni tecnologiche che ci danno la possibilità di realizzare tutto questo”. E le risorse per fare questo ci sono. “Ci sono i fondi europei – ha precisato il ministro – che, come ha detto il presidente Renzi a Digital Venice del luglio 2014 “possono essere sfruttati con i margini di flessibilità consentiti dal patto di stabilità”. L'on.
leggi tutto »
Condividi contenuti